link di interesse:
(coming soon) 


  • ....

  • ....
  • (a breve in quest'area pubblicheremo: redazionali, info, link, foto, video e tutte le informazioni che ci invierai)

massoterapia
la massoterapia:
(wiki)

Per massoterapia si intende l'insieme di cure realizzato facendo massaggi a varie parti del corpo.

La pratica ha origine (come storicamente noto) in Cina, paese nel quale è molto praticata e dal quale viene esportata in tutto il mondo attraverso centri specialistici.

Un famoso medico svizzero l'ha definita: l'arte di mobilizzare i tessuti del corpo o i segmenti di arti con delle manovre e tecniche manuali collegato a doti psicologici e individuali, che risultano dalla qualità personale accumulata con la passione, la pratica e l'esperienza.

Una delle branche della massoterapia più antiche (probabilmente la più antica) è il TuiNa, da cui hanno avuto origine molte altre pratiche allegate, come l'agopuntura.

In Italia il Massaggiatore (massaggiatore e capo bagnino degli stabilimenti idroterapici) è una professione che rientra nella categoria delle arti sanitarie ausiliarie. Detta professione è riconosciuta dal Ministero della Salute ed apprezzata in quasi tutti i paesi d'Europa, come Francia, Svizzera, Belgio, Lussemburgo, Germania, Svizzera, Austria, e nell'est europeo. Il Massaggiatore e Capo Bagnino degli stabilimenti idroterapici è l'operatore di tipo sanitario, che effettua massaggi e manovre su organi e tessuti del corpo umano (ai sensi del R.D. 1334/28 art. 15) massoterapia (massaggio a scopo terapeutico), idroterapia e balneoterapia. La massoterapia è una prerogativa di tale professione che la esercita nei modi previsti dalla Legge, sia nella libera professione che come dipendente di centri convenzionati o privati. Può essere assunto nel pubblico come idroterapista e specialista di trattamenti termali.

--------------------------------------------------------------

MASSOTERAPIA OGGI:

La massoterapia è ad oggi uno dei più diffusi trattamenti fisioterapici, praticato sulla superficie corporea del soggetto – che rimane solitamente passivo – allo scopo di migliorarne la circolazione sanguigna ed il trofismo dei tessuti, di favorire l'eliminazione delle scorie metaboliche e dei depositi di grasso corporeo, di restituire mobilità agli arti compromessa da lesioni muscolari.

Il massaggio, praticato sui tessuti molli (pelle, sottocutaneo, legamenti, tendini e muscoli) cerca di restituire, tramite un'azione rilassante o tonificante a seconda delle situazioni terapeutiche, la normale mobilità e lunghezza delle strutture lese, compromessa non solo da affezioni traumatiche (quali ad esempio a contratture), ma anche da affezioni reumatiche, circolatorie o nervose.

La massoterapia trova infatti impiego in reumatologia, dermatologia e in traumatologia grazie alla facilitazione del riassorbimento di ematomi ed edemi, condotta tramite un'azione di miglioramento del microcircolo locale, associata con un migliore ritorno venoso, la stimolazione dei recettori nervosi e la facilitazione della rimozione dei cataboliti.

La pratica massoterapica può essere effettuata con manovre esclusivamente manuali o mediante specifici attrezzi o apparecchi, secondo tre principali tipologie: la seduta massoterapica sportiva, curativa o rilassante.

La durata dei trattamenti oscilla di solito da un minimo di 30 minuti ad un massimo di un'ora.

Applicazioni specifiche della massoterapia sono:

il linfodrenaggio manuale (indicato principalmente per la cura degli inestetismi della cellulite e per la cura medica di edemi linfostatici estesi);

il massaggio shiatsu, basato - secondo la filosofia orientale - sul ristabilimento dei flussi di energia corporei, ottenuto facendo pressione con le dita in corrispondenza dei meridiani corporei (indicato nei casi di lombalgie e periartriti od emicranie);

il reiki, espressione composta da Rei = aspetto universale + Ki = energia, attività basata sul trasferimento di energia tramite lievi massaggi cutanei con l'obiettivo di ristabilire un benessere mentale ed un equilibrio spirituale nel soggetto;

il massaggio connettivale, che consiste nella pratica di un massaggio reflessogeno al fine di attivare meccanismi sulla muscolatura liscia o scheletrica, in base ai riflessi, anche in luoghi lontani dall'applicazione, volti ad attivare effetti analgesici e decontratturanti. 

 (a breve in quest'area pubblicheremo: redazionali, info, link, foto, video e tutte le informazioni che ci invierai)